LA MATASSA III

“Sai che la mamma a otto anni ha avuto la varicella (o forse era la scarlattina)? Proprio lo stesso anno che è nata sua sorella.”
Annuisco per presa conoscenza, non perchè davvero lo sapessi.
“Fatto sta che parlando con tua mamma e guardando le sue foto da piccola, avanti negli anni, ho scoperto che quella bambina all’epoca fosse proprio lei. Dalle foto ho riconosciuto subito la sua faccia. E non poteva stare a casa con i suoi genitori perchè sua sorella era appena nata, perciò hanno preferito isolarla ed era lì. Ma io da piccolo non capivo.”
Eccolo il filo rosso che cercavo: scoccato sulla mia pelle già bianca, come facevano quei compagni antipatici alle elementari con gli elastici di gomma. Il destino aveva messo sulla strada di mio padre mia madre da subito. Ma solo per un attimo. Curioso che a mio padre fosse rimasto in mente un fatto all’apparenza così insignificante.
E io sono esattamente dove devo essere, nessun’altra vita mi sarebbe potuta appartenere più che questa. E ho perso tutte le mie speranze di essere stata adottata e che i miei veri genitori fossero stati mecenati d’artisti e scrittori.
A ognuno le sue amici miei.

Pubblicato da

Resta sempre aggiornato sui post, le pubblicazioni e le novità del blog!

Rispondi